Riconoscere la violenza

La violenza domestica comprende varie forme: violenza fisica, psicologica, economica, sessuale, spesso diversamente combinate e associate tra loro; esiste inoltre una violenza assistita: quella subita dai figli che assistono ai maltrattamenti agiti sulla madre.


II clima di violenza nella coppia si sviluppa nel corso del tempo, in modo graduale attraverso litigi che diventano sempre più frequenti e pericolosi.
Gli episodi violenti si scatenano spesso per motivi banali e sono seguiti dalle scuse e dal pentimento del partner. "Non succederà mai più" è la frase più comune che si sente ripetere dai mariti e partner violenti.


Inizia così la "luna di miele", periodo in cui il rapporto, apparentemente più saldo, riprende come se niente fosse accaduto.


La donna che subisce, spesso incapace di ammettere perfino a se stessa la gravità della situazione o la frequenza delle aggressioni, si trova a minimizzare le tensioni e a nascondere all'esterno il proprio disagio, vivendo con senso di colpa e inadeguatezza la violenza a cui è sottoposta. Solo col tempo ci si rende conto di non poter più controllare il comportamento sempre più aggressivo del partner. I litigi diventano sempre più frequenti e intensi e si innesca il “ciclo della violenza”, meglio conosciuto come “spirale della violenza”.